Sabato 24/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:49
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: è Umberto Di Loreto il nuovo Capo Priore del terziere Fraporta, vice è stato eletto Ernesto Falocco
Nessun ribaltone. Il nuovo Capo Priore del terziere Fraporta è Umberto Di Loreto. Le dimissioni di Sandro Angelucci erano state accolte dal direttivo del terziere che l’altra sera si è nuovamente riunito per procedere alle nuove elezioni dalle quali è venuto fuori il nome di Di Loreto, già vice priore nella gestione Angelucci. Il posto di Di Loreto è stato occupato da Ernesto Falocco. Alla riunione erano assenti soltanto tre membri del direttivo, quindi l’espressione del voto corrisponde alla volontà maggioritaria del consiglio rossoblù. Si tratta, tuttavia, di un incarico a tempo, in quanto nel prossimo mese di ottobre scadrà il mandato dell’attuale comitato e quindi si andrà nuovamente alle urne per eleggere il nuovo direttivo. Di Loreto ha accettato con soddisfazione l’incarico ed ha promesso grande impegno da qui alla prossima edizione della “Corsa all’anello”. I suoi ideali sono sempre stati molto vicini a quelli di Sandro Angelucci quindi non ci saranno grandi novità nella politica gestionale del terziere. I problemi che avevano portato Angelucci a dimettersi verranno affrontati da Di Loreto con “l’applicazione di un metodo che faccia venir fuori tutto quello che deve venire fuori. Il bene del comitato e del terziere lo si potrà ottenere attraverso dei comportamenti responsabili e trasparenti, basta con le chiacchiere e le maldicenze, è ora di confrontarsi tutti in modo positivo”. Il nuovo Priore riconosce comunque che “il lavoro sarà duro perché ci saranno inevitabilmente dei processi di riforma da impostare e questo per dare anche continuità a quelli che erano gli intenti, da me sempre condivisi, di Angelucci”. La festa incombe e la ragione dei contradaioli di Fraporta, il terziere “nobile” della città, ha dunque prevalso. Ora, sperano tutti, tornerà la pace all’interno dei vari gruppi in modo che si possano mandare avanti in modo spedito le attività nei vari settori. A cominciare da quelli che si occupano della scuderia e dell’osteria.
26/1/2005 ore 11:15
Torna su