Lunedì 06/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:00
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: è morto Francesco Cari, per anni volontario della Prociv e capo degli armati a Fraporta, i funerali giovedi 30 gennaio
"Burzio" (al secolo Francesco Cari) ci ha lasciato. Se ne è andato la scorsa notte a seguito di un arresto cardiaco. Aveva 57 anni ed era malato da tempo. Pensare che un "omone" grande e grosso come lui sia stato sconfitto dal male è difficile crederlo. Eppure è successo e la sua scomparsa ha destato profondo dolore in città. Francesco era molto conosciuto a Narni, dove si era sempre impegnato su vari fronti. Dalla protezione civile alla Corsa all'anello. "Francesco - ricorda con commozione Lorenzo Filiberti, presidente di Prociv Arci -, era uno dei nostri, anzi era uno dei più anziani come servizi. La sua scomparsa ci addolora profondamente. Nonostante gli interventi subiti e le terapie cui doveva sottoporsi, Francesco non ha mai smesso di continuare a prestare servizio nella Prociv. Qualche mese fa aveva partecipato insieme a noi al Corso Antincendio di terzo livello, brillantemente superato, presso la caerma dei Vigili del Fuoco di Civitavecchia. Il nostro 'Burzio' ha preo parte, in oltre venti anni di militanza, agli interventi fatti dalla nostra associazione nelle zone terremotate di Umbria e Marche, agli allestimenti del campo di accoglienza a Pianola (Aq) ed a San Carlo, in Emilia Romagna. Insomma, da tanti anni Francesco era uno di quei volontari sempre in prima linea e pronto a dare il suo apporto con grande generosità. L'ultima volta che l'ho visto è stato venerdì pomeriggio, poi sono andato di nuovo a trovarlo sabato mattina, quando mi ha dato la copia del versamento postale riguardante l'uso della radio. Non avrei mai pensato che non ci saremmo più incontrati". Nell'ambito della Corsa all'Anello, Francesco era un personaggio notissimo, in quanto per molti anni ha indossato l'imponente costume del capo degli armati del terziere Fraporta. Un ruolo che sembrava fatto apposta per lui, per quel "gigante", con un fisico da 'corazziere'. "Cercheremo di essere presenti alle esequie - afferma Filiberti -, in divisa e, se possibile, suoneremo la sirena per l'ultima volta, avvisando anche chi sta in Cielo che sta arrivando uno di noi". La Redazione di Narnionline, si unisce al dolore dei famigliari di Francesco.
I FUNERALI AVRANNO LUOGO GIOVEDI 30 GENNAIO ALLE 11,00 PRESO LA CHIESA DI SANTA RITA E LUCIA
28/1/2020 ore 12:11
Torna su