Giovedì 09/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:15
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: è morto Elvio Daniele, il dentista con la passione per la politica, lo sport ed il volontariato
E' morto Elvio Daniele. Aveva 92 anni e da molto tempo era costretto a letto a causa di malattie senili che, poco a poco, gli avevano impedito di uscire di casa. Il dottor Elvio Daniele si è spento serenamente questa mattina, nella sua casa di via Mazzini, assistito da sua moglie, la signora Maria Righi. Daniele è stato un personaggio che ha dato moltissimo a Narni ed al suo territorio. Arrivato in città negli anni quaranta con la sua famiglia da Torino, una volta terminati gli studi, ha iniziato la professione di medico dentista che ha svolto per circa quarant'anni, passando poi il testimone ai due figli Gianni ed Enrico. Elvio Daniele è stato un uomo pieno di impegni e di passioni: per il sociale, per la politica e per lo sport. Nel 1962, insieme ad altri due soci, fondò il Circolo Tennis La Valletta, portando così in città uno sport nuovo, che avrebbe da lì in avanti sfornato dei bei campioncini. Daniele, che da giovane aveva giocato nel settore giovanile della Juventus per poi passare in serie C con il Foligno, fu, negli anni sessanta, anche presidente della Narnese calcio. Memorabili le trasferte fatte in macchina verso le città della Toscana e le merende del dopo partita, insieme a giocatori e dirigenti. Elvio Daniele ha sempre creduto nel volontariato e quando aprì la Comunità Incontro, per un lungo tempo ha prestato gratuitamente la sua opera di dentista a favore di ragazzi tossicodipendenti. C'è stato poi un lungo periodo, tra gli anni sessanta e settanta, durante il quale in occasione della Befana, riempiva delle grosse gerle di giocattoli ed insieme ad altri volontari andava per le case della estrema periferia narnese (a Castrecchio ancora se lo ricordano) a portare i doni ai bambini di quelle zone. Poi l'impegno politico, da grande mazziniano, con il Partito Repubblicano che per lunghissimi anni lo ha visto impegnato in prima linea, per tante volte anche come consigliere comunale. Negli anni ottanta fondò il giornale locale "La Ragione", diretto da un allora giovanissimo Mauro Pacelli e con quello strumento ha comunicato per tanti anni ai cittadini i suoi malcontenti, denunciato situazioni che non andavano, esaltato le cose belle che c'erano da dire. Fino a quando è stato in grado di poter uscire lo si incontrava ogni giorno in piazza, o lungo via Garibaldi. Ed era sempre una bella occasione per fare due chiacchiere, che non erano mai "inutili" perchè lui aveva sempre qualcosa di importante da raccontarti. Si interessava ancora, sia pure da spettatore, della vita politica cittadina ed aveva sempre un "suggerimento" da darti, su qualcosa di cui scrivere, che riguardava rigorosamente la città e la sua gente. E se l'argomento era più "delicato" di altri, abbassava la voce, invitandoti ad avvicinarti a lui, in modo che quello che aveva da dirti avesse di più i crismi della confidenzialità. Di personaggi come lui ce ne vorrebbero tanti oggi, non solo a Narni, ma in tutto il nostro Paese. Elvio Daniele era un uomo di grande integrità morale e credeva nella politica pulita, quella vera, fatta di rapporti umani e non di compromessi. Roba di altri tempi, insomma, difficile da spiegare a chi non ha avuto la possibilità di vivere un'epoca dove tutto era più genuino.
La redazione di Narnionline, esprime le più sentite condoglianze alla famiglia Daniele. Il direttore Mauro Pacelli, abbraccia fraternamente Gianni ed Enrico e rivolge un affettuoso saluto alla signora Maria.
8/2/2012 ore 12:27
Torna su