Mercoledì 08/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:41
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narnese in agrodolce, la trasferta di Forcoli servirà a far dimenticare la sconfitta interna di domenica scorsa?
Alzi la mano chi non si attendeva una Narnese vincente contro il Cascina! Certo, i rossoblù a Spoleto non erano stati brillanti, ma quello era un derby delicatissimo, giocato contro un avversario con l'acqua alla gola, insomma il punto un fin dei conti poteva andare bene. Tutto il resto giocava a favore dei rossoblù che veleggiavano felici in vetta alla classifica e affrontavano un avversario di medio basso lignaggio che i suoi unici tre punti li aveva conquistati contro l'ancora derelitta Aglianese. Insomma tutti ci attendevamo una Narnese diversa, Narnese che invece, soprattutto nel primo tempo, ha tradito le attese anche, forse, per colpa di uno schieramento iniziale eccessivamente prudente con il solo Schenardi, tra l'altro dolorante ad un ginocchio, a supporto del tarantolato De Angelis. A proposito del centrattacco che però se si continua a sollecitare in questo modo, a farlo cantare e a fargli portare pure la croce. abbiamo il timore che a breve lo troveremo sfinito da qualche parte del San Girolamo. A far ben sperare l'ambiente è stato poi un discreto secondo tempo, nulla di trascendentale per carità, ma la porta dei toscani ha traballato più volte tanto da far dire a tutti che il pareggio, almeno, la Narnese lo avrebbe meritato. A vincere almeno 4-0 sono stati invece i ragazzi della "Vecchia fossa". Di partite al San Girolamo ne abbiamo viste tante, bèh, un tifo così caloroso, costante e corretto da anni non lo si registrava. Al limite dell'incredibile poi il dopopartita con i tifosi intenti a consolare i calciatori della Narnese che uscivano a testa bassa dagli spogliatoi. Non abbiamo nulla da aggiungere se non che crediamo che la strada imboccata dalla tifoseria è senza dubbio quella giusta, la speranza è ora che la squadra capisca gli sforzi della società e l'attaccamento dei tifosi e si diano una regolata. Perché la distanza che divide Narni con Forcoli (domenica mattina alle 10 da Piazza Garibaldi partirà un pulmann) sfiora i 300 chilometri! Che ne dite cari rossoblù questa gente merita o no una grande prestazione? (G.C.)
8/10/2005 ore 16:15
Torna su