Venerdý 06/12/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:04
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
L'incidente della Flaminia: rabbia e sgomento per la morte di Maria Elena, la gente Ŕ stufa di piangere vittime innocenti
Un'altra brutta storia, di quelle che ti annientano e che ti portano a fare tante riflessioni. La morte di Maria Elena Petruccioli, la 25enne che la notte scorsa ha perso la vita scontrandosi con l'auto di due delinquenti che stavano scappando perchŔ inseguiti dai carabinieri, oltre ad un immenso dolore, provoca tantissima rabbia. PerchŔ non Ŕ giusto che una persona come Maria Elena,(ma al posto suo poteva capitarci chiunque altro), abbia dovuto dire addio alla vita per colpa di due delinquenti. Rabbia e solo rabbia si pu˛ provare nell'apprendere certe notizie; non si pu˛ fare niente altro. Il destino ha voluto che nello stesso istante in cui l'albanese che era alla guida della Fiesta rubata perdeva il controllo dell'auto, nel senso opposto di marcia stesse arrivando Maria Elena con la sua Panda. Sarebbero bastati due, tre secondi di differenza e la tragedia si sarebbe potuta evitare. Ma a chi possiamo andarlo a dire questo? Ai genitori, ai famigliari, al fidanzato ed agli amici di questa povera ragazza? Ed a cosa servirebbe dirgli ci˛? Non sarebbe, invece, pi¨ giusto dire che ci vorrebbero leggi molto pi¨ dure e severe per i delinquenti, in modo tale che chi commette dei reati stia chiuso in galera per anni e non abbia la possibilitÓ di andarsene in giro come se niente fosse a seminare morte e disgrazie? SarÓ pure retorico dirlo, ma con meno delinquenti in giro diminuirebbero anche rischi gravi come quello di vedersi arrivare addosso come un proiettile un'auto in fuga. Siamo alla vigilia delle elezioni politiche e sarebbe opportuno che i candidati premier ponessero in cima ai loro programmi la proposta di irrigidire le leggi riguardanti reati gravi come furti, rapine, stupri, omicidi e violenze in genere. Tutto questo non servirÓ a ridare la vita alle migliaia di vittime innocenti cadute per colpa di individui senza scrupolo, ma almeno servirÓ a fare in modo che sempre meno brave e buone persone perdano la vita in situazioni come quella che la notte scorsa ha visto morire Maria Elena.
31/1/2013 ore 16:43
Torna su