Martedì 29/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:57
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Ladri "specializzati" rubano aratri e attrezzi agricoli tra Vigne, Gualdo e San Vito. Indagano i carabinieri di Narni
Un furto su commissione. Non si potrebbe spiegare altrimenti la “scientificità” con la quale una banda di ladri, organizzata di tutto punto, abbia messo a segno un colpo ai danni di alcuni abitanti di un'unica zona del territorio comunale di Narni. San Vito, Guadamelo, Vigne e Gualdo, queste le località “visitate” dai malfattori nei giorni scorsi. Attrezzi agricoli di vario tipo, come aratri, erpici e poi utensili di piccolo e medio taglio: trapani, saldatrici, cesoie, vanghe, zappe, insomma di tutto e di più. Vittime della razzia un discreto numero di abitanti delle frazioni citate "colpevoli" di custodire nei loro garage o nelle loro rimesse gli attrezzi con i quali giornalmente provvedono ad eseguire il lavoro nei campi. Il sospetto dei carabinieri, ai quali i malcapitati si sono rivolti, è che si sia trattato di furti su commissione. Non è possibile, infatti, che una banda riesca con un tempismo ed una abilità fuori dal comune a mettere a segno una serie di colpi così smaccatamente “collegati” fra di loro: stesso genere di “merce” rubata, stesso periodo. Mettiamoci poi che non è la prima volta che questi paesi vengono visitati dai ladri ed il quadro si arricchisce di elementi che confermano la tesi del furto su richiesta. Evidentemente gli autori del colpo sapevano dove piazzare il materiale rubato e quindi sono andati a botta sicura dimostrando, tra l’altro, di conoscere alla perfezione la zona presa di mira e soprattutto le abitudini delle vittime. Un particolare curioso: i ladri, nel corso della razzia, si sono impossessati persino di una porchetta bell’e pronta. Se la sono caricata in spalla, probabilmente per portarsela a casa ma poi debbono aver rinunciato all’idea perché la porchetta è stata ritrovata buttata in un fosso. Ne mancava una parte, però, segno che almeno uno spuntino i ladri se lo sono fatto.
Le indagini sono in corso. A coordinarle il maresciallo Stefano Palmieri della stazione dei carabinieri di Narni.
29/3/2003 ore 20:10
Torna su