Martedì 20/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:22
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
"La rocca e la città", torna domenica il raduno podistico organizzato da "Vivinarni"
Giunge quest’anno alla sesta edizione il raduno podistico “La Rocca e la città”. La manifestazione, organizzata dal gruppo sportivo Avis Narni in collaborazione con l’associazione sportiva “Vivinarni”, da appuntamento ai partecipanti e agli appassionati domenica 13 aprile ore 10. “Se il tempo ci assiste contiamo di sfiorare i 500 partecipanti”, assicura Giacomo Di Fino presidente onorario dell’associazione Vivinarni.
Il sesto trofeo città di Narni è inserito nella terza prova dell’“Umbria tour 2003” e quest’ anno sarà offerto dalla Regione Umbria che ha anche patrocinato l’evento insieme alla Provincia, al comitato provinciale del Coni, al comune di Narni e all’associazione “Free life”. La gara si articolerà su due percorsi, uno di cinque, l’ altro di undici chilometri; entrambi con arrivo e partenza in Piazza dei Priori, ma mentre il più breve passerà per la Rocca e ridiscenderà da porta Romana a piazza Garibaldi, quello più lungo arriverà fino a Testaccio per poi riportarsi a Narni attraverso la strada di Caprile (Itieli) passando sempre per Feronia e per la Rocca.
Ci auguriamo che l’evento riscuota come al solito grande successo- sottolinea Di Fino- grazie a questa collaborazione tra le due associazioni (Avis e Vivinarni) che va avanti da tempo si vuole anche eliminare quella sorta di dualismo associazionale tra le varie organizzazioni del centro storico e quelle di Narni Scalo.Anche questo serve ad unificare il territorio”. Vivinarini sta preparando altre importanti manifestazioni: “Stiamo organizzando il “Giro del Basso-Nera”, poi una gimkana per bambini, il raduno ciclo turistico, tutto in collaborazione con altre associazioni quali ad esempio la Proloco S.Liberato, le associazioni sportive di Schifanoia e di Itieli e il circolo Arci di Testaccio”.

Cesare Antonini
10/4/2003 ore 20:45
Torna su