Lunedì 26/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:15
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
La Fortis perde in casa ma la Narnese non ne approfitta e perde a sua volta per 1 a 0 a Marsciano. La serie "D" si allontana sempre più
Nuova sconfitta ( 1 a 0) per la Narnese che sul campo della Nestor di Marsciano lascia, con ogni probabilità, le ultime chances legate alla speranza di riacciuffare la Fortis Spoleto. La capolista ha inaspettatamente perso in casa con l’Ortana e dunque quella odierna poteva essere un’occasione d’oro, per i rossoblu narnesi, di recuperare tre punti pesantissimi ai biancorossi e di rimandare poi ogni ulteriore speranza al confronto diretto in programma al “San Girolamo” la prima domenica di gennaio 2004. La Narnese deve fare il mea culpa per la nuova sconfitta subita, perché dopo essere andata sotto non è riuscita a produrre un gioco offensivo necessario per poter cercare di ribaltare il risultato. Eppure la gara era cominciata bene con gli ospiti molto determinati e con belle azioni che hanno creato scompiglio nei pressi della porta marscianese. Al 18’ Bertarelli colpiva la traversa, ma un quarto d’ora dopo era la Nestor a passare grazie ad un calcio di rigore concesso dal direttore di gara per un atterramento di Marinelli ad opera di Brozzetti. Il tiro di Palazzoni era forte e spiazzava completamente Nanni. Nella ripresa Schenardi decideva di lasciare il posto a Braccini ma la situazione non migliorava e la Narnese andava piano piano spegnendosi lasciando agli avversari la possibilità di difendere, senza nemmeno grosse difficoltà, l’esiguo vantaggio. L’espulsione di Pernazza in piena fase di recupero, per un fallo da ultimo uomo, chiudeva la partita. A questo punto, con un girone di ritorno praticamente tutto da giocare, i rossoblù hanno l'obbligo di continuare ad impegnarsi ed a credere nell'obiettivo che in estate, forse con troppa leggerezza, era stato presentato come facile da raggiungere. La Fortis Spoleto non è una squadra di marziani e oggi, perdendo in casa con l'Ortana, lo ha dimostrato. Sei punti di distacco sono tantissimi, ma se i rossoblù dovessero vincere lo scontro diretto si ridurrebbero a tre. A patto che le scelleratezze, tipo quella compiuta ad Arrone, o le prove poco convincenti, tipo quella fornita oggi a Marsciano, non abbiano più a ripetersi.
21/12/2003 ore 16:45
Torna su