Giovedì 13/12/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:15
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
La Coop chiude a Tre Ponti ma Bigaroni assicura che verranno aperti due nuovi punti vendita nel centro storico e a Narni Scalo
La Coop a Narni non chiude ma “raddoppia”. Un colpo di scena, degno delle migliori rappresentazioni teatrali, dove a recitare il ruolo del “mago” è lo stesso sindaco Stefano Bigaroni che tira fuori, quando nessuno se lo sarebbe aspettato, il proprio coniglio dal cilindro. Il supermercato Coop di Tre Ponti chiuderà, è vero, entro l’anno, ma al suo posto la Unicoop Tireno, proprietaria della struttura, aprirà ben due nuovi punti vendità: uno nel centro storico e l’altro a Narni Scalo. Si tratterebbe di due negozi di “prossimità”, ovvero di punti vendita di superfici ridotte, ma pur sempre importanti. “E’ vero – ammette Bigaroni – stiamo lavorando insieme ai dirigenti di Unicoop Tirreno per fare in modo che il marchio Coop non scompaia dal nostro territorio. La trattativa è a buon punto e credo proprio che quei tanti consumatori, affezionati da decenni a questa cooperativa, e che hanno mostrato preoccupazione per la chiusura del supermercato di Tre Ponti, potranno tirare un sospiro di sollievo e continuare ad usufruire dei servizi e delle offerte praticate dalla Coop”. Da quanto si sa sarebbero già stati individuati anche i locali presso i quali la Coop aprirà i due nuovi punti vendita. Uno si troverebbe in un punto strategico del centro storico, l’altro in una zona facilmente accessibile di Narni Scalo. Se il progetto di Unicoop Tirreno si concretizzerà, verrebbe utilizzato parte del personale che attualmente lavora nel punto vendita di Tre Ponti e non ci sarebbe dunque la necessità di spostare nei punti vendita più vicini a Narni (Amelia, Orte, Soriano o altri centri del viterbese). Nei giorni scorsi numerosi soci narnesi della Coop avevano avanzato l’ipotesi di interpellare il sindaco affinché si rivolgesse ai vertici della Coop Centro Italia, l’altra cooperativa umbra che gestisce numerosi supermercati Coop nella nostra regione, in Toscana ed in Abruzzo, affinché si accollassero il punto vendita di Narni. Nessuno era a conoscenza della trattativa che il sindaco Bigaroni stava invece portando avanti per fare in modo che la Coop non scompaia. Una trattativa che cambia le carte in tavola e che, per quanto riguarda il centro storico, rappresenterebbe una sorta di operazione “tampone” in attesa della realizzazione di un punto vendita Coop di media grandezza che (e questo si è sempre saputo) dovrà sorgere al parcheggio del Suffragio, una volta che verrà completato l’intervento di ristrutturazione che trasformerà in una sorta di centro commerciale e direzionale la grande superficie che si trova appena sotto le mura del centro storico.



8/9/2010 ore 1:11
Torna su