Martedì 25/06/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:28
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Rifondazione Comunista sollecita Comune e Provincia a fornire aggiornamenti riguardo al progetto delle gole del Nera
Un progetto che giace da anni nei cassetti di Comune e Provincia. E che ora il partito di Rifondazione Comunista vorrebbe fosse tirato fuori e finalmente attuato. Quello delle "Gole del Nera" è un progetto ambizioso, utile a bonificare e quindi a valorizzare da un punto di vista naturalistico strade, boschi e sentieri che dalla zona del ponte di Augusto si inoltrano fino alla località "Le Mole", nei pressi di Nera Montoro, dove anni fa vennero scoperti i resti di un cantiere navale appartenente all'epoca romana. L'intero complesso costituisce infatti un'opera di alta ingegneria idraulica realizzata circa due secoli e mezzo avanti Cristo, per la costruzione di navi da guerra utilizzate dai romani nella prima Guerra Punica. Ma di bellezze importanti in mezzo alle gole ce ne sono altre: una su tutte riguarda l'abitato di Stifone, altro porto fluviale di antiche origini. Insomma il progetto di recupero di questa zona non servirebbe solo a valorizzare i luoghi ma sarebbe un ottimo elemento di rilancio turistico, da metter accanto ad altri "pacchetti" che fanno parte della ampia offerta che la conca ternana è in grado di produrre. Rifondazione Comunista vuole allora che si dia corso al progetto e pone al sindaco Bigaroni una serie di domande. "Sentiamo parlare da anni di una riqualificazione ambientale delle gole del Nera – afferma Alfonso Morelli capogruppo di RC -, e recentemente il Sindaco di Narni ha manifestato l'intenzione di utilizzare il percorso dell'antica ferrovia, dal ponte d'Augusto a Nera Montoro, per altri scopi, facendo riferimento ad un progetto che riguarderebbe esperimenti di 'crash test' e sicurezza delle gallerie, ovvero di simulazioni di incidenti ferroviari da realizzare all'interno delle gallerie presenti sul percorso dell'antica ferrovia. Non ci sembra questo l'utilizzo migliore di una zona dove era sempre stato detto che si sarebbe voluto realizzare un parco naturale. Tuttavia sarebbe ora che Bigaroni ci dicesse a che punto è il progetto complessivo di un'opera che si trascina da ormai 15 anni".


20/8/2008 ore 4:13
Torna su