Giovedì 18/10/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:22
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Christian Armadori ha presentato i risultati della ricerca sul porto fluviale romano scoperto nella zona di Stifone
Non c’era la folla delle grandi occasioni alla presentazione del porto romano scoperto da Christian Armadori nella zona di Stifone, nonostante l’evento fosse di grande rilevanza archeologica. “Mi duole constatare che c’è poca sensibilità da parte di molti rispetto ad una scoperta così importante per il territorio narnese” ha commentato Armadori. Alla conferenza erano comunque presenti l’assessore alla Cultura del Comune di Narni Anna Laura Bobbi ed il responsabile dei beni culturali della città Roberto Nini. C’erano anche appassionati di storia locale, tra questi Giuseppe Fortunati e Bruno Marone, oltre ad Alvaro Caponi, Roberto Mirimao e Claudio Maturi. “Il porto romano che abbiamo riportato alla luce – ha speigato armatori – si trova alcune centinaia di metri più a valle di Stifone, all’interno di un canale artificiale che corre parallelo al fiume Nera. E’ una struttura di importanti dimensioni: 280 metri circa di lunghezza, 16 di larghezza e 6 di profondità. Sono visibili due tagliate alla roccia che ben lasciano intendere l’antica destinazione di questo luogo; alle pareti si notano decine di grosse buche che venivano evidentemente usate per collocarvi le travi necessarie per la costruzione degli scafi. Questo conferma che in quel luogo esisteva un cantiere navale. Si tratta di scoprire ora capire che tipo di imbarcazioni vi venissero costruite”.
29/11/2005 ore 11:10
Torna su