Giovedì 28/05/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: nasce "Narnicom", commercianti pronti a soddisfare anche "online" le esigenze dei cittadini
Si chiama "Narnicom" ed è la nuova realtà che nasce dalla precedente esperienza di 'Narninsieme', l'associazione che in passato ha riunito i commercianti di Narni Scalo. Si tratta di un folto gruppo di esercenti che, in questo periodo di emergenza, hanno deciso di unirsi per offrire nuovi servizi al cittadino. Nello specifico quello riguardante gli acquisti a domicilio. Le persone potranno acquistare una vasta gamma di prodotti e di articoli, direttamente da casa per poi riceverli al proprio domicilio. Un sistema pressochè identico a quello che regola gli acquisti "online", in voga ormai da diversi anni ed al quale si rivolgono milioni di consumatori. "Ci siamo confrontati tra di noi - spiega Andrea Tensi, storico commerciante di arredamenti che insieme alla parrucchiera Rosella Barcherini è stato l'ideatore di questa iniziativa -, e siamo arrivati alla conclusione che, al netto di quella che è la tipologia degli articoli e dei prodotti che vendiamo nei nostri negozi, non abbiamo nulla da invidiare ai grandi colossi della distribuzione che vendono attraverso Internet". Come funziona il sistema "inventato" da Narnicom? "In un modo molto semplice - spiega Andrea Tensi -, dal momento che noi offriamo l'opportunità ai cittadini di fare la spesa presso i negozi 'sotto casa' come accadeva prima dell'emergenza 'Covid-19', e di poter acquistare qualsiasi prodotto, dall'abbigliamento alla tazzina, passando per il frigo e la tempera per tinteggiare, garantendo la consegna a domicilio. Il cliente ci dice cosa gli occorre e noi forniamo la lista di negozi che offrono il servizio o il prodotto e, come faceva prima, può scegliere chi contattare per l'acquisto con assoluta privacy. L'ordine potrà essere fatto in privato, attraverso la pagina Facebook 'Narnicom' e sarà cura del singolo commerciante ricontattare il cliente, per decidere insieme quale è l'articolo migliore in grado di soddisfare le sue esigenze e per dargli dei consigli. Insomma - conclude Tensi -, si tratta di un servizio seplice, sicuro, veloce ed efficace che, venendo gestito da commercianti che hanno un rapporto di conoscenza con gli stessi clienti e che si trovano a pochi passi da casa loro, offre tutte quelle garanzie che nessun venditore online potrà mai offrire". Riguardo alla pagina Facebook creata per unire le attività commerciali che hanno aderito a questa iniziativa, essa non è altro che la "figlia" della precedente pagina di "Narninsieme". Quindi l'iniziativa si è potuta avvalere subito di un "portafoglio" considerevole di membri iscritti alla pagina. La video intervista che Narnionline.com, qualche settimana fa, aveva dedicato ad un paio di commercianti dello Scalo (Pauselli e Tensi) ha avuto il suo peso nel far comprendere a tutti, quanto sia importante la diffusione di messaggi mediatici in questo particolare momento. "In effetti - conferma lo stesso Tensi -, tutto è cominciato già da quella intervista, con un gruppo whatsapp, che al momento vede al suo interno un centinaio di commercianti. La risposta è stata sorprendente, visto che abbiamo ben presto registrato migliaia di contatti e tanti attestati di stima". "Cari concittadini - si legge nella pagina di 'Narnicom' -, come avrete capito siamo i commercianti di Narni Scalo e siamo tanti. Siamo quelli 'sotto casa vostra'; quelli che conoscete e che in molti casi sono anche vostri amici. Fino a poco tempo fa abbiamo soddisfatto ogni vostra esigenza negli acquisti, poi è cambiato tutto: eccetto noi. Noi ci siamo ancora e siamo anche più concentrati di prima, pronti come sempre a soddisfare ogni vostra richiesta. Così abbiamo pensato di offrirvi un servizio in più, permettendovi di ordinare ciò che vi serve; ci penseremo noi in tempi rapidissimi a portarvelo a casa. Noi aiuteremo voi e voi aiuteremo noi, in questo delicato momento che, ci auguriamo, passi il più presto possibile".
30/4/2020 ore 3:45
Torna su