Lunedì 06/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni: inaugurata la mostra "Andy Warhol...in the city", esposte oltre 150 opere
Sotto il segno dell'emergenza, ma con la speranza che anche attraverso l'arte si possa tornare alla normalità. E’ stata inaugurata con questo leit motiv a Terni la grande mostra antologica dedicata ad Andy Warhol e alla “Pop Art” presso il Centro espositivo "Palazzo di Primavera". Qui in tutto sono oltre 150 le opere esposte tra grafiche storiche, litografie, serigrafie e offset firmate, con una formula propositiva davvero particolare e tutta da scoprire. C’era grande attesa per il via di “Andy Warhol …in the City” e le premesse sono state pienamente rispettate con tanta gente che già nel primo giorno, pur con i dovuti accorgimenti in materia di prevenzione al diffondersi del coronavirus, ha fatto tappa al cospetto dell'imponente proposta formulata da Pubbliwork Eventi e New Factory Art circa l'ingente produzione dell’artista newyorkese. Le serie dedicate a Marilyn Monroe, il fascino di Liz Taylor e Liza Minnelli, il carisma di Mao Zedong e Mick Jagger, ma anche le leggendarie lattine Campbell's, le Flowers e soprattutto il preziosissimo Golden Book, esposto in esclusiva per l’Italia. Ce n’è per tutti i gusti nel tour che porterà fino al prossimo 3 maggio alla scoperta della carriera di Warhol pittore, scultore, fotografo e regista, scomparso nel febbraio 1987 a 59 anni. Forte l'emozione espressa dal Sindaco Leonardo Latini e dall'Assessore comunale alla Cultura Andrea Giuli subito dopo il taglio del nastro. Il primo cittadino ha parlato di "un grande sforzo compiuto per veder realizzato il sogno di ospitare un evento dedicato a uno dei piu importanti artisti di sempre". Sul messaggio che può trasmettere la Pop Art si è invece soffermato il testimonial Paolo Di Canio: "L'arte è vita e i colori e le forme di Warhol - ha detto l'ex calciatore ternano d'adozione - possono aiutarci a superare il difficile momento che stiamo attraversando. Sono orgoglioso che si possano ospitare le bellezze di questo artista che suscita emozioni e sentimenti". Quelli sicuramente provati da Di Canio, nel tenere a battesimo anche la prima esposizione della figlia Lucrezia, 21enne, chiamata insieme al gualdese Piergiuseppe Pesce e Mark Kostabi a completare l'offerta al pubblico ternano in tema di Pop Art contemporanea, sui tre piani del centro espositivo di via Giordano Bruno. Grande soddisfazione è stata espressa anche dal responsabile di Pubbliwork Eventi e curatore della mostra, Angelo Ciliani, e dal presidente di New Factory Art, Gino Capitò, che hanno ribadito “l’obiettivo di mettere a disposizione di tutti opere difficilmente visibili, ma anche la particolarità di un format che vuole davvero abbracciare tutta Terni anche con la collaborazione dell'Associazione Terni al Centro”.
8/3/2020 ore 3:23
Torna su