Venerdì 24/05/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:46
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: saltano i sampietrini in piazza Garibaldi, Forza Italia chiede al Comune di intervenire
Una "trappola" per i pedoni. Sergio Bruschini (Forza Italia) non esita a definire in questo modo la pavimentazione di piazza Garibaldi. "Quel luogo - osserva Bruschini -, è uno tra i più belli del nostro centro storico e per chi arriva a Narni è il primo punto della città che viene ammirato. Lasciarlo nelle condizioni in cui si trova non è giusto. Anni fa i nostri amministratori ebbero la grande idea di 'tappare' con delle grandi quantità di cemento, sparse qua e là in tutta la piazza, i 'buchi' che si erano venuti a creare nei punti dove erano saltati i 'sampietrini'. Ma quel cemento non solo non ha retto al peso che ogni giorno la pavimentazione di piazza Garibaldi deve sopportare a causa del continuo passaggio di bus, camion e furgoni, ma ha, addirittura, fatto saltare altri sampietrini. Oggi - sotolinea Bruschini -, abbiamo una piazza che ha le sembianze di una grossa fetta di gruviera, tanti sono i buchi che vi si sono formati. Si tratta di una situazione di pericolo, in particolar modo per i pedoni, che rischiano di prendersi delle slogature o, peggio ancora, di cadere e rompersi una gamba o un braccio. Per tamponare la situazione il comune ultimamente si è inventata la soluzione del bitume, che è stato messo, al posto del cemento, negli spazi dove un tempo c'erano i sampietrini. Si tratta di un vero e proprio pugno in un occhio per chi si trova a passare sulla piazza e posa lo sguardo sulla pavimentazione. Nei cassetti della nostra amministrazione - spiega Bruschini -, giace da tempo un progetto che prevede la ristrutturazione di piazza Garibaldi. Il sindaco tempo addietro promise solennemente che la stessa sarebbe stata sistemata all'inizio del suo mandato, ma non lo ha fatto. Ora sul piano triennale delle opere pubbliche si nota che l'intervento è stato posticipato al 2020. Per realizzare i lavori si stima che ci vogliano circa 300mila euro di spesa, derivanti da contributi regionali e statali, che, secondo me, dubito che arrivino. La situazione ha raggiunto un livello tale che non si può aspettare oltre. Il comune deve fare qualcosa per ridare decoro e mettere in sicurezza la pavimentazione della piazza, Basta, però, con le toppe fatte con il cemento o il bitume".
16/5/2019 ore 2:45
Torna su