Lunedì 17/12/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:45
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ciccio Schenardi superstar: la Narnese, opaca nel primo tempo, si riscatta nella ripresa e batte il Città di Castello per 2 a 0
La Narnese della nuova era fa il bis e dopo la vittoria di domenica scorsa in quel di Castel Rigone i rossoblù piegano per 2 a 0 anche il coriaceo Città di Castello. I meriti per l’importante successo vanno divisi equamente tra tutti i giocatori ma un plauso particolare lo merita Marco Schenardi che ha bagnato nel migliore dei modi il suo esordio al “S.Girolamo” nella doppia funzione di allenatore e giocatore. Ciccio è entrato intorno al 20 della ripresa, con il risultato inchiodato sullo 0 a 0, e da quel momento per la difesa castellana è stato buio pesto. L’ex giocatore di Ancona e Ternana ha mandato ai pazzi il proprio marcatore e con delle giocate di fino ha dato la svolta all’incontro servendo ai propri compagni appoggi calibrati al millimetro e deliziosi assist. Insomma lo Schenardi di sempre, quello che ci ricordavamo di avere ammirato a Terni e nella scorsa stagione con i dorici allenati da Gigi Simoni. La Narnese ha fatto un ottimo affare ad ingaggiarlo, come pure una mossa azzeccata è stata quella di affiancargli Silvano Sini, i due potranno giovarsi a vicenda di questa collaborazione. Tornando alla partita di oggi bisogna dire che nel primo tempo la gara ha offerto uno spettacolo assolutamente brutto. I rossoblù in questa fase hanno dovuto subire, soprattutto a centrocampo, l’iniziativa della squadra ospite e solo in casi sporadici sono riusciti a farsi vedere dalle parti del portiere ospite Castellani. Nella ripresa i padroni di casa sono entrati in campo con uno spirito diverso: hanno cominciato subito ad attaccare ed a fare pressing sui giocatori avversari senza tuttavia riuscire a segnare. Ma la partita, come detto, è cambiata dopo l’ingresso in campo di Schenardi che ha rilevato Filippi. Ciccio si è piazzato nella sua area di competenza, sulla fascia all’altezza della tre quarti destra del campo e da lì ha cominciato a dirigere le operazioni ed a servire palloni su palloni ai propri compagni. L’azione del primo goal nasceva da una sua incursione e dopo un primo tentativo di Valentini, ribattuto da Castellani, la palla arrivava a Valli che sparava in rete. Entusiasmo alle stelle da parte dei tifosi rossoblù sotto la cui gradinata accorrevano a festeggiare tutti i giocatori. Passavano dieci minuti ed arrivava il raddoppio. Ancora Ciccio Schenardi che, palla al piede, arrivava sul fondo e rimetteva al centro un diagonale rasoterra sul quale si avventava con forza Piovanello per il quale era oltremodo facile far goal. La Narnese continuava ad attaccare e Schenardi si ripeteva qualche minuto dopo con una nuova incursione che però non veniva agganciata da Carrettucci. Gli ospiti reclamavano per un presunto fallo da rigore non rilevato dall’arbitro. Finiva 2 a 0 con le note dell’Aida ed i cori dei tifosi rossoblu che salutavano i giocatori della Narnese i quali al centro del campo applaudivano all’indirizzo del numeroso pubblico.
26/10/2003 ore 17:04
Torna su