Lunedì 14/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:07
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Il sindaco Raffaelli ed Il Rettore dell'Università di Perugia Bistoni hanno visitato le strutture di Pentima dove sorgerà la facoltà di Biotecnologie
Il Sindaco Paolo Raffaelli ed il Magnifico Rettore Prof. Francesco Bistoni, accompagnati dall'Assessore Olivieri, dal Prof. Elisei e da collaboratori e tecnici dell'Amministrazione comunale e dell'Università hanno compiuto l'annunciato sopralluogo presso le strutture di Pentima. Nel corso del colloquio che ha fatto seguito alla visita dei locali sono state affrontate in maniera approfondita due questioni: da un lato il recupero e la ristrutturazione di ampie superfici – di circa 600 mq - attualmente di competenza dell'ISRIM in cui potranno essere ospitati i laboratori biotecnologici in grado di costituire il fulcro della costituenda Facoltà ternana di Biotecnologie e di accogliere fin dal prossimo anno accademico il Master di 2° livello, in via di autorizzazione, in Biotecnologie dellAmbiente; dall'altro sono state verificate le opportunità di sviluppo del Polo Universitario di Pentima destinato a diventare, nelle intenzioni del Sindaco e del Rettore, uno dei Poli di ricerca, formazione, residenza ed attività culturali in cui si articolerà il progetto "Terni Città Universitaria". In questo senso il sistema ingegneristico e biotecnoclogico di Pentima si integrerà con la nuova sede di Medicina a Colle Obito, con il "Campus" di San Valentino e con i servizi logistici, sportivi e ricettivi dell'area della "Città dello Sport". L'obiettivo immediato, per conseguire il quale è stato già attivato un gruppo tecnico-operativo, è quello di rendere disponibili fin dal gennaio 2004 i laboratori tecnologici attrezzati, per la cui realizzazione sono stanziati fondi comunali per le opere murarie e consistenti fondi CIPE per le attrezzature di laboratorio. L'intesa tra Comune ed Università è quella di procedere rapidamente sulla via del pieno recupero degli spazi rimanenti del complesso di Pentima, tutt'ora di proprietà dell'ex ENFAP, non appena si sarà conclusa l'operazione di acquisto da parte della Regione, ormai in dirittura di arrivo. "Con l’attivazione dei laboratori biotecnologici e del Master ambientale - commenta il Sindaco Raffaelli - si compiono altri due passi in avanti importantissimi sulla via dell'attivazione della Facoltà di Biotecnologie senza la quale resterebbe monco il Piano di Sviluppo triennale dell'Università a Terni pattuito con il Ministero dell'Università e della Ricerca: Istituzioni locali ed Università stanno facendo la loro parte, supportati dalla forze economiche e sociali cittadine, ma ora deve svegliarsi anche il Governo perché senza un adeguato stanziamento volto a finanziare il nuovo Piano triennale sarà impossibile fare il salto di qualità per il quale la realtà di Terni è ormai matura. Con gli sviluppi di cui oggi abbiamo gettato le basi - sottolinea ancora il Sindaco - il sistema universitario ternano diventa una vera e propria rete con alcuni nodi fondamentali dislocati a Pentima, Colle Obito – dove si sta avviando il Centro di Ricerca sulle cellule staminali – e San Valentino e con altri importanti spazi correlati di attività formativa, ricettiva, e di servizio a Collescipoli, presso il Centro Servizi di Maratta ed alla ex SIRI: si tratta di uno sforzo straordinario destinato a cambiare l'identità urbana di Terni e le prospettive della crescita locale."



17/7/2003 ore 17:25
Torna su