Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:34
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Gli abitanti di Ponte S.Lorenzo esasperati per le fogne puzzolenti si rivolgono alla Polizia Locale, Saleppico rassicura:il problema è quasi risolto
(C.A.)Una petizione che ha già raggiunto le cento firme e che spera di superarle in breve tempo, è stata sottoscritta dagli abitanti di Ponte San Lorenzo. La frazione di Narni al confine con la vicinissima Terni è afflitta, da un paio di anni, da un problema che non trova soluzione e che ora sembra essere peggiorato notevolmente. Gli abitanti della frazione devono, infatti, convivere con odori non proprio piacevoli da sopportare. I liquami provenienti dalla parte vecchia di Ponte San Lorenzo, sfociano in una pompa che dovrebbe indirizzare i reflui verso il depuratore di Narni Scalo. Essendo quasi vicina allo zero la pendenza che dovrebbe favorire il deflusso dei liquami verso il depuratore, si creano delle pozze maleodoranti in prossimità dei tombini, che appestano tutto il quartiere fino ad arrivare, in determinate condizioni atmosferiche, sulla Via Flaminia. I cittadini hanno chiamato spesso la Polizia Locale che è l’organo competente per questo tipo di problemi. I sopralluoghi hanno evidenziato l’inadeguatezza delle tubazioni. “Ci hanno detto che dovrebbero essere tre tubi invece di uno, per legge-chiariscono i firmatari della petizione-e anche in altri punti le tubazioni hanno problemi seri. Le strutture fognarie sono fatiscenti e le case che ne dovrebbero usufruire sono triplicate”. La zona coinvolta dall’inquinamento “olfattivo” comprende Strada San Faustino, una parte di Strada Fiaiola e qualche abitazione di Strada San Lorenzo, oltre a qualche abitazione di Strada della Selva e come detto, anche Via Flaminia Ternana. In certi punti i tombini si sollevano, soprattutto quando piove a dirotto, ma tutto quello che non esce all’aria aperta inquina il sottosuolo e anche l’acqua pulita. Gli interventi finora apportati alle fogne della frazione sono stati, sempre secondo i firmatari della petizione, marginali e quindi non definitivi. “Servirebbe un intervento definitivo-continuano i firmatari-ma evidentemente servono troppi soldi che qualcuno non vuole spendere. Consegneremo la petizione alla Polizia Locale della Provincia che cercherà di fare chiarezza sulla questione una volta per tutte”. A rassicurare i cittadini è Sergio Saleppico, il presidente del consiglio comunale, che a Ponte san Lorenzo ci abita: “L’ultimo intervento del gestore idrico sembra che abbia risolto il problema definitivamente, infatti la situazione è notevolmente migliorata negli ultimi tempi”.
30/6/2003 ore 2:00
Torna su