Martedì 11/12/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:21
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Festa a basso impatto ambientale: nelle osterie si fa uso di stoviglie e di contenitori compostabili
La 50esima edizione della Corsa all’Anello investe sulla sostenibilità ambientale con due iniziative importanti. Quest’anno la manifestazione adotta, oltre al consueto materiale riutilizzabile, l’utilizzo di stoviglie e contenitori compostabili già testati nell’impianto di compostaggio di GreenAsm. Lo scopo è quello di garantire il recupero e la trasformazione in compost degli stessi ed in più, presso ristoranti aderenti al progetto e taverne, è possibile usufruire della Regusto Bag, un contenitore compostabile che permette sia di recuperare il cibo non consumato sia di consentire l’asporto delle specialità locali.
CORSA A BASSO IMPATTO AMBIENTALE
Il Comune di Narni è da tempo impegnato per l’affermazione di una cultura della sostenibilità ambientale e per questo motivo ha coinvolto l‘intera organizzazione della Corsa all’Anello perché l’importante evento di rievocazione storica, con forte valenza culturale e grande richiamo gastronomico, diventasse veicolo di trasmissione per corrette prassi di recupero e per ribadire l’impegno della municipalità verso il rispetto e la tutela dell’ambiente. Nell’organizzazione dei grandi eventi la gestione dei rifiuti risulta sempre essere un elemento critico. A Narni l’impegno sinergico dell’amministrazione comunale, del gestore del servizio di igiene ambientale Asm Terni SpA, il comportamento virtuoso dei cittadini ha permesso di consolidare una raccolta differenziata che si attesta nel primo scorcio del 2018, oltre il 75 per cento. In questo contesto si inserisce il progetto di una “Corsa all’anello a basso impatto ambientale” che è stato ottenuto grazie alla collaborazione tra Comune di Narni, Asm Terni , GreenASM, Novamont (attraverso il suo marchio commerciale Mater- Bi), Regusto e, naturalmente l’Ente Corsa all’Anello. Una sinergia tra vari soggetti operanti sul territorio, che avranno lo scopo di potenziare ulteriormente la raccolta differenziata per arrivare ad una reale società del riciclo. Durante la manifestazione saranno quindi attive piccole ma importanti buone pratiche: la corretta raccolta differenziata: in tutti i terzieri sono disponibili isole ecologiche gestiste da Asm Terni S.p.A., di cui operatori impegnati nell’evento e visitatori debbono usufruire. Uso esclusivo di materiali riutilizzabili (coccio e vetro), o biodegradabili e compostabili certificati, (anche in Mater Bi),in tutti i terzieri e in alcuni esercizi commerciali, per la distribuzione di cibo e bevande. Conferimento nella frazione organica di tutti i materiali compostabili, che verranno trasformati in compost nell’impianto GereenASM (richiedi coupon per avere il compost). Uso dell’eco-compattatore di plastiche del Suffragio per ricevere punti sconto per spesa parcheggi e autobus.
Tutti i rifiuti differenziati e raccolti durante la festa saranno quantificati e successivamente verrà fornito il dato puntuale della Percentuale di raccolta differenziata che ci auguriamo consolidi, anzi migliori, l’alto standard del Comune di Narni.
REGUSTO BAG
Valorizzare le eccedenze alimentari delle aziende, conferire loro nuova vita, ridurre lo spreco: questi gli ingredienti di Regusto, brand della Startup innovativa Recuperiamo Srl, nata a Perugia nel 2016. Fino al 13 maggio 2018, Regusto sarà presente alla Corsa all’Anello: il suo contributo, collaborare affinché la festa sia a impatto zero per l’ambiente, grazie a un innovativo metodo di valorizzazione delle eccedenze alimentari. Presso ristoranti aderenti al progetto e taverne sarà possibile usufruire della Regusto Bag, un contenitore compostabile che permette sia di recuperare il cibo non consumato sia di consentire l’asporto delle gustose specialità locali. La Regusto Bag è l’elemento distintivo dell’app di Regusto, che vedrà il suo lancio ufficiale durante la festa. Sfruttando la geolocalizzazione, l’app segnalerà in tempo reale le offerte last-minute dei ristoranti e delle osterie medievali dei terzieri, connettendo così domanda e offerta di alimenti e recuperando il valore economico dei prodotti che rischiano di rimanere invenduti. Così facendo, Regusto offre un concreto e triplice vantaggio: per i ristoratori, per i consumatori e per l’ambiente. Ma l’app non si limita al business: in futuro avrà anche un canale dedicato al no-profit, che enti e pubbliche amministrazioni potranno usare per ridurre gli sprechi sul territorio. Narni in questo modo potenzierà il servizio Solido-dispense solidali con il quale dal 2016 recupera le eccedenze alimentari di alcune mense del territorio per poi ridistribuire attraverso i servizi sociali.
30/4/2018 ore 4:35
Torna su