Venerdì 03/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:47
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Elezioni regionali: sono 8 i candidati presidenti, si vota domenica 27 ottobre, non ci sarà ballottaggio
Domenica 27 ottobre si vota in Umbria. I cittadini delle province di Terni e Perugia sono chiamati a eleggere i venti membri dell’Assemblea legislativa e il nuovo presidente della Regione. Verrà eletto presidente chi avrà la maggioranza relativa. Non è previsto il ballottaggio. I candidati sono otto e le liste ammesse 19. I candidati sono: Vincenzo Bianconi (Pd, 5 Stelle, Europa Verde Umbria, Sinistra Civica Verde, Bianconi per l'Umbria). Donatella Tesei (Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Tesei Presidente, Umbria Civica). Claudio Ricci (Ricci Presidente, Italia Civica, Proposta Umbria). Emiliano Camuzzi (Partito Comunista Italiano, Potere al Popolo). Rossano Rubicondi (Partico comunista). Giuseppe Cirillo (Partito delle buone maniere). Martina Carletti (Riconquistare l'Italia). Antonio Pappalardo (Gilet arancioni). Ricordiamo che gli aventi diritto al voto in Umbria sono 703.595 (521.960 in provincia di Perugia, 181.635 in provincia di Terni). I maschi sono 340.210, le femmine 363.385.
COME SI VOTA
Le urne resteranno aperte dalle 7 alle 23. Gli elettori devono presentarsi al seggio muniti di un documento d’identità valido e della tessera elettorale. Per scegliere il candidato presidente esistono tre diverse possibilità di voto: si può barrare solo il suo nome (e in questo caso il voto va anche alla lista o alla coalizione a lui collegata); si può barrare il nome del candidato presidente e una delle liste a lui collegate (e in questo caso il voto è esteso alla lista prescelta); si può barrare solo la lista (in questo caso il voto è esteso automaticamente al candidato presidente collegato). Per i candidati consiglieri, invece, si possono esprimere fino a due preferenze: basterà scrivere i nomi accanto alla lista di cui fanno parte. Ma, attenzione: i prescelti devono essere di sesso diverso e della stessa lista. In alternativa si può esprimere anche una sola preferenza. Non è possibile il voto disgiunto, ovvero non si può indicare un candidato presidente diverso dalla lista prescelta.
26/10/2019 ore 4:40
Torna su