Venerdì 03/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:58
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Distrutta dalle fiamme una Fiat Tipo a "S.Girolamo", era di un professore perugino venuto a Narni per un colloquio all'Istituto Professionale
(M.P.) Era venuto a Narni per un colloquio di lavoro da effettuarsi presso l’Istituto Professionale di San Girolamo, ma non ha fatto neanche in tempo ad entrare nella scuola che è stato richiamato dalle grida di alcune persone: “Una macchina sta andando a fuoco!”. La macchina, una Fiat Tipo targata PG, era proprio la sua e l’aveva parcheggiata un attimo prima nei pressi del viale d’ingresso dei giardini di San Girolamo, di fronte alle palazzine gialle. Il proprietario del mezzo, un professore residente a Castiglion del Lago, si è subito reso conto della drammaticità della situazione: la sua “Tipo” era completamente avvolta dalle fiamme e mentre qualcuno provvedeva a chiamare i vigili del fuoco, egli tentava con un piccolo estintore di domare l’incendio. Fatica inutile perché il fuoco aveva ormai attaccato gran parte della carrozzeria e si era già propagato all’interno dell’abitacolo. A quel punto il rischio grosso era che potesse esplodere la bombola di gpl che alimentava il motore dell’autovettura, cosa che fortunatamente non è avvenuta, anche grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco di Terni, giunti sul posto con un mezzo e cinque persone, che provvedevano per prima cosa proprio a raffreddare la bombola. Nel rogo la macchina andava completamente distrutta, mentre anche una Ford Mondeo SW parcheggiata nei pressi ed intestata ad una signora narnese che abita nelle palazzine, rimaneva danneggiata. Sulle cause dell’incendio, che è accaduto intorno alle 9,30 di stamane, stanno tentando di far luce i vigili del fuoco. Molto probabilmente a provocare la scintilla è stata una perdita di benzina che, unita al calore prodotto dal motore, ha generato la combustione.
26/9/2003 ore 12:45
Torna su