Martedì 17/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:35
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Comincia con una sconfitta la nuova avventura nel campionato amatoriale della P.G.S. di Narni
La P.G.S. Narni ha iniziato la sua seconda avventura calcistica nell’Amatoriale F.I.G.C., sabato scorso in quel di Stroncone, scendendo in campo per il primo impegno ufficiale in Coppa Umbra. Esordio amaro sotto la pioggia battente di Stroncone, per una maledettissima punizione che, si è andata ad infilare alla destra del portiere Pozzoli, rovinando una bella prestazione dei biancorossi che stavano per portare a casa uno stoico pareggio. Nonostante la rosa sia stata allargata con innesti di grande qualità, su tutti Simone Giontella centrocampista ex-Gualdo, la Polisportiva Giovanile Salesiana si è presentata al calcio d’inizio con dodici uomini contati, per una serie di sfortunate coincidenze che hanno decimato la compagine narnese. Quindi l’esordio non ha consentito di raccogliere i primi frutti di un lavoro scrupoloso che va avanti da più di un mese, e che ha trasformato la P.G.S. dall’armata Brancaleone dello scorso anno, ad una squadra preparata fisicamente e soprattutto tatticamente. I meriti vanno esclusivamente al nuovo allenatore, autentico colpo di mercato della squadra che difende i colori della Parrocchia di Narni e lo spirito di Don Bosco(la vittoria del premio disciplina dello scorso anno ne è la piena dimostrazione). Si tratta di Mario Giordano, allenatore professionista, con sicuro avvenire, ed esperto conoscitore della realtà calcistica locale. Ma vale la pena ricordare la splendida carriera da giocatore di mister Giordano, di origini emiliane, più precisamente di Carpi, che ha militato in diverse società di C1 e C2 del Nord e del Sud Italia, sfiorando più di una volta il grande salto verso la serie B. Poi verso la fine degli anni settanta, passò alla Narnese, con la quale Giordano collezionò ben 266 presenze, contribuendo alla causa rossoblu per diversi anni. Sarà una vera fortuna per i ragazzi biancorossi poter attingere dalla grande esperienza di chi, come Giordano, ha vissuto un’epoca calcistica dura ma allo stesso tempo affascinante e meno corrotta di oggi. Il mister ha espresso la sua soddisfazione per la prestazione dell’esordio, e senza fare proclami, ha promesso al gruppo che se si continua a lavorare così, quest’anno ci sarà da divertirsi. La P.G.S. punta sempre e comunque a vincere divertendosi, cioè senza far venire meno gli ideali per i quali è nata, quelli dello stare insieme tra amici senza pretese di fare i calciatori professionisti. Il presidente Don Roberto Bizzarri intanto gongola, soddisfatto della bella storia che ha messo in piedi. Sabato al S.Alfio, derby con il Ponte San Lorenzo.
22/10/2003 ore 16:55
Torna su