Lunedì 30/03/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:06
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Chiusura punto nascite, il Pd narnese attacca l'opposizione e difende il sindaco De Rebotti
Il Partito Democratico difende il sindaco De Rebotti. E non addebita a lui le colpe riguardanti la chiusura del punto nascite di Narni. "Una chiusura - recita un comunicato - che non ci trova d'accordo. Non si giochi però su cose così importanti per cercare facile consenso. Il nostro sindaco ha fatto il possibile per scongiurare questa decisione, prevista nel quadro di razionalizzazione della sanità umbra. Tuttavia la Giunta regionale ha continuato a difendere le ragioni del suo piano di riordino. Noi - continua la nota del Pd di Narni -, abbiamo sostenuto in ogni sede che il piano non può essere attuato in parte e a pezzi, vale a dire che la pubblicazione del bando per la realizzazione del nuovo ospedale di Narni e Amelia avrebbe dovuto essere precedente o almeno contestuale ad ogni altra azione sui servizi attualmente presenti nel nosocomio narnese. Su questo punto non retrocediamo, pertanto continueremo a lavorare nelle due direzioni evidenziate nei giorni scorsi dal sindaco: integrazione con Terni, vista come nuova opportunità per la struttura narnese, e bando di gara per il nuovo ospedale. Giudichiamo positivamente il Centro Salute Donna e gli altri potenziamenti, ma per noi l'allarme resta alto e ci muoveremo con azioni concrete. Nei prossimi giorni il gruppo del Partito Democratico nel Consiglio comunale proporrà al Sindaco e alla Giunta una serie di azioni coerenti agli obiettivi enunciati, ben sapendo che la partita è difficile. Sono questi i momenti in cui una comunità deve saper reagire compatta e Narni lo è, nonostante le forze politiche di opposizione sembrano ormai interessate esclusivamente alla propaganda continua e permanente, alla speculazione elettoralistica, al colpo mediatico ad effetto: governare i problemi, essere forza di governo richiede delle responsabilità, dello spessore, del senso civico a cui il Partito Democratico, a differenza degli altri, non può abdicare.
30/10/2015 ore 20:15
Torna su