Lunedì 12/04/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:48
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Calvi dell'Umbria: sabato 11 maggio iniziano i festeggiamenti in onore del patrono San Pancrazio
Una festa vecchia di secoli. Alla quale ogni cittadino calvese è legato sin dalla sua fanciullezza. E' quella di San Pancrazio che dall'11 al 14 maggio di ogni anno si svolge a Calvi dell’Umbria. L'inizio dei festeggiamenti è fissato per sabato 11 maggio alle 19, con l’incontro delle quattro contrade (Fiamme, Croce, Castello e Drago), e la visita dei costumanti alle caratteristiche “Tavolate”, imbandite per la popolazione dai reggenti della festa. Intorno alle 22 in piazza Mazzini si svolge un'altra suggestiva cerimonia, quella della consegna e della vestizione degli Stendardi, quattro grandi gonfaloni con l’effige del Santo. La piazza, gremita di gente, si illumina a giorno con la luce dei bengala e dei fuochi d’artificio. Il 12 maggio i festeggiamenti continunano con numerosi appuntamenti ai quali prendono parte gli oltre 100 figuranti del corteo storico. In mattinata, intorno alle 9,30 in piazza ha luogo la Messa solenne detta “del Signorino”, quindi il corteo storico si avvia verso la Collegiata, dove avverrà la partenza del 1° Signorino per la montagna di S. Pancrazio. Lungo la strada verso il monte le autorità Calvesi e quelle delle comunità limitrofe, procederanno alla storica "Revisione dei confini" definita per arbitrato nel 1456 da Papa Callisto III, nella quale, veniva riconosciuto ai calvesi il Monte e L’Eremo di San Pancrazio. Nel pomeriggio, intorno alle 17, il 1° Signorino farà ritorno dal monte, e verrà accolto dal resto del corteo, con il quale si incontrerà sempre alla Collegiata, nel corso di un'emozionante corsa. Poco dopo nella piazza avrà inizio il “Battaglione”, rievocazione dello scontro con i vicini abitanti di Poggio, per la conquista del monte, che consiste in un carosello molto suggestivo dei quattro signorini a cavallo intorno agli Stendardi disposti al centro della piazza. Lunedi 13 maggio, detto del “Braccio”, poiché la reliquia del Santo è conservata in un braccio d’argento, si svolge una processione per le vie del paese con la partecipazione di tutto il corteo, mentre il 14 maggio, detto dei “Conti”, dopo una messa in onore dei caduti della zuffa, vengono riconsegnati gli stendardi alle autorità comunali. Le "fettucce" di colore bianco e rosso simbolo della purezza e del martirio del Santo, che assicurano gli stendardi alle aste, vengono tagliate e distribuite alla popolazione; ad esse la gente di Calvi attribuisce un forte significato di fede religiosa nei confronti di San Pancrazio. Con questa ultima cerimonia, hanno termine i festeggiamenti, ma il clima medioevale, resta ancora per qualche giorno, grazie anche alle taverne e agli spettacoli vari. Domenica 19 maggio, presso il campo sportivo si svolge la tradizionale “Giostra delle Contrade”, una manifestazione folkloristica ed evocativa, creata dalla Pro-Loco nell'anno 1983.
11/5/2013 ore 0:59
Torna su