Martedì 17/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:28
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Calvi dell'Umbria: acqua a singhiozzo da più di un mese, il sindaco Lorenzoni chiede ai cittadini di avere pazienza
L’acqua non viene. Da alcuni giorni Calvi e le frazioni limitrofe soffrono la sete. L’altro ieri sera dai rubinetti delle case non veniva giù una sola goccia ed è stato così fino a ieri mattina. I serbatoi si stanno esaurendo. Per colpa di un’infiltrazione di una falda nel pozzo che eroga otto litri al secondo all’acquedotto di rifornimento nel borgo si è deciso di sospendere momentaneamente l’erogazione stessa. Il sindaco di Calvi Silvano Lorenzoni è costantemente in contatto con il Sii e l’Aman e invita i cittadini ad avere un po’ di pazienza. “Stiamo provvedendo al rifornimento con due autobotti che, certo, non possono sostituire del tutto la quantità di acqua necessaria nel fine settimana, soprattutto perché a Calvi arrivano molti turisti e gente che apre le case estive. La situazione - aggiunge - è critica ma sto adoperandomi affinché si possa trovare una soluzione rapida. Spero che entro lunedì tutto possa tornare nella norma”. Il sindaco ha trascorso l’intera giornata di ieri al telefono. “Mi sto impegnando al massimo, spero di far giungere altre autobotti”. L’invito alla popolazione è quello di risparmiare acqua evitando sprechi. (Giornale dell'Umbria)
29/7/2006 ore 13:58
Torna su