Mercoledì 23/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:06
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Bruschini (Fi) accusa la maggioranza: "Tiene lontani i cittadini dalla partecipazione ai lavori del consiglio comunale"
La tensione nei rapporti tra maggioranza ed opposizione era già emersa in modo chiaro nel corso dell'ultima seduta del consiglio comunale, ma l’intervento di Sergio Bruschini (Fi) getta ulteriore benzina sul fuoco. L’esponente del partito azzurro denuncia “lo stato di attuazione dei programmi da parte della giunta e l’atteggiamento di scarsa responsabilità tenuto nei lavori del consiglio da parte degli esponenti della maggioranza”. Bruschini usa le “maniere forti” per sottolineare come “il sindaco, la giunta ed il resto della maggioranza non facciano nulla per impegnarsi seriamente nel portare avanti l’azione amministrativa e per dare al consiglio comunale quella trasparenza che l’importante strumento meriterebbe. Ogni seduta si è ridotta ormai alla classica pantomima-insiste Bruschini-che viene eseguita dai nostri amministratori con irritante perseveranza. I cittadini vengono debitamente tenuti a distanza dalle decisioni del “palazzo” e la giunta si guarda bene dall’organizzare a dovere un filo diretto con la città, reclamizzando le sedute del consiglio comunale o utilizzando radio o tv locali per la messa in onda in diretta dei lavori. Ma d’altronde è bene che la città non sappia cosa avviene all’interno dell’assise consigliare; ci sono interpellanze che giacciono da anni e che non possono essere discusse, per non parlare della maggioranza che molto spesso non riesce a garantire il numero legale dell’assise e se non fosse per il senso di responsabilità della minoranza, che nel rispetto dell’istituzioni è sempre presente, molte sedute verrebbero invalidate”. .
2/10/2004 ore 11:44
Torna su