Lunedì 11/12/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:03
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Barriere antirumore sul Rato, Andrea Liberati (M5S): "se il comune di Narni non trova i fondi non c'è niente da fare"
L'assessore regionale alle Infrastrutture Giuseppe Chianella ha risposto alla interrogazione riguardante l'installazione di pannelli fonoassorbenti lungo il Rato, all'altezza di San Liberato. A promuovere l'atto erano stati i consiglieri regionali Giacomo Leonelli (Pd) e Attilio Solinas (Misto-MdP). I due chiedono alla Regione di "sostenere il Comune di Narni nella richiesta di installazione delle barriere all'altezza di San Liberato". L'assessore Chianella, nella sua risposta, ha detto che "Anas sta ipotizzando una convenzione con il Comune di Narni per San Liberato. Per questo è stata convocata per il 13 dicembre una riunione presso gli uffici dell'assessorato con Anas e Amministrazione comunale, per verificare una possibile soluzione del problema, magari sin da subito. Prendo l'impegno di informarvi di eventuali sviluppi. Anas, comunque, ha effettuato già nel 2009 indagini fonometriche che hanno accertato un leggero superamento: 70,2 decibel di giorno, rispetto a un limite imposto dalla legge di 70 decibel; mentre il valore notturno era di 65,2 rispetto a un limite di 65. Pertanto Anas ha inserito in una graduatoria nazionale l'intervento di mitigazione acustica per San Liberato: è previsto un tratto di barriere fonoassorbenti dove è stato registrato il superamento e il rifacimento del manto stradale con tecniche fonoassorbenti sull’intero tratto. Anas - ha sottolineato Chianella -, deve attenersi ai piani di abbattimento acustico a livello nazionale e regionale. Non può intervenire con proprie risorse in deroga al piano, bensì autorizzare il Comune all’intervento. Anas, viste le perplessità del Comune di Narni sulle tempistiche di realizzazione degli interventi, ha avuto vari incontri con l’Amministrazione comunale per formulare ipotesi di soluzione, dovendo però precisare di non poter derogare, anche in risposta all'indisponibilità da parte del Comune a finanziare questo intervento".
LA REPLICA DI ANDREA LIBERATI (M5S)
"La Provincia di Terni - ha risposto il consigliere regionale Andrea Liberati (M5S) - è a dir poco dimenticata. L'assessore Giuseppe Chianella ha detto chiaramente che le barriere antirumore a San Liberato, se non sarà il Comune di Narni a finanziarle, stando alla graduatoria Anas, verranno installate solo tra il 2028 e il 2032, ovvero 'tra il decimo e il quattordicesimo anno' dal momento dell'accordo in Conferenza Stato-Regioni, ancora da siglare".
30/11/2017 ore 2:45
Torna su