Domenica 19/11/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:59
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Aria inquinata a Narni Scalo, Morelli: "la realizzazione della bretella non risolverà i problemi"
La bretella prima o poi si farà, ma non sarà sufficiente a "ripulire" l'aria di Narni Scalo. Lo ha detto l’assessore all’Ambiente, Alfonso Morelli, intervenendo sulla situazione di Narni Scalo e dell’area che si affaccia sulla Conca ternana. “Se si vuole affrontare il tema seriamente - ha detto -, è ora di prendere provvedimenti concreti di area vasta che vadano ad incidere fortemente anche sul modello di mobilità urbana di persone e merci e su interventi di miglioramento dei sistemi di climatizzazione”. “Per il terzo anno consecutivo – ammette l’assessore - registreremo il superamento del numero di sforamenti delle polveri sottili. Un problema non localizzato ma diffuso, per l'appunto, su tutta la Conca ternana. Un dato – aggiunge l’assessore - che sembra consolidarsi in quanto dobbiamo fare i conti con il cambiamento delle condizioni climatiche che non garantiscono più un’adeguata pulizia dell'aria. L’attuale assetto orografico nel ricircolo dell'aria – precisa il titolare dell’ambiente - incide fortemente ed inoltre c'è un incremento costante sia dell'utilizzo dell'auto privata che del ricorso a biomasse come combustibile per il riscaldamento domestico. Tutto questo in un'area a vocazione industriale”. Morelli propone alcune misure ricordando che insieme al Comune di Terni “è in elaborazione, e ormai ad uno stato avanzato, una pianificazione strategica che va in questa direzione. La Regione dell'Umbria sta inoltre ridefinendo i termini di un’indagine epidemiologica per poi andare a pianificare delle azioni mirate per il miglioramento sanitario ed ambientale. Oltre alla pianificazione però – puntualizza Morelli - servono risorse economiche importanti perché parliamo di provvedimenti strutturali che non possono minimamente essere immaginati a costo zero”. Per quanto riguarda Narni Scalo nello specifico, Morelli sottolinea che “sappiamo benissimo della necessità di realizzare una bretella parallela alla ferrovia per alleggerire il traffico e su questo il Comune sta attuando tutti gli sforzi per trovare le condizioni di realizzazione. Non illudiamoci tuttavia – avverte - che sia la soluzione definitiva perché per avere benefici concreti deve migliorare tutto il sistema Conca. Ci saranno infatti comunque migliaia di auto che attraverseranno il centro abitato. Per questo motivo a breve presenteremo anche un manifesto della mobilità, dove andremo a definire le linee di indirizzo per attuare in tempi medio-brevi un modello alternativo e sostenibile che sappia incentivare la mobilità dolce e pubblica. “In tutto questo ragionamento – conclude Morelli - non dimentico ovviamente il sistema industriale. In questo settore esiste già una legislazione severa che si muove secondo una logica di miglioramento ambientale ed inoltre la recente pianificazione energetica regionale impone importanti limiti emissivi per il settore industriale”.
9/11/2017 ore 2:15
Torna su