Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:18
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Approvati in Provincia due documenti relativi a alla "Terni-Civitavecchia" e all'allargamento della strada "Amerina"
Il problema infrastrutturale e dei collegamenti veloci è di primaria importanza per lo sviluppo del nostro territorio. Di qui l’esigenza di ricomprenderlo nel “Patto di Territorio” che si andrà a firmare con il Governo. Questo il dato che emerge da un ordine del giorno proposto dal Gruppo Ds in Consiglio provinciale e da una mozione avanzata dal Capogruppo dello Sdi, Alberto Sganappa. Entrambi i documenti, infatti, sono stati approvati all’unanimità. Di grande interesse e strategicità per il sistema della media e grande impresa ternana e narnese -si sottolinea nel primo documento- è il collegamento stradale e ferroviario verso Civitavecchia “considerato a ragione il porto di Terni e dell’Umbria”, quindi prioritaria diviene la realizzazione del tratto di superstrada che collega Viterbo a Civitavecchia. Per il collegamento ferroviario verso il porto laziale occorre attivare la ferrovia Orte-Capranica-Civitavecchia “con lo scopo di potenziare ulteriormente l’offerta del trasporto su ferro anziché su gomma”. Tutti questi interventi, uniti al raddoppio della “Orte-Falconara” rappresenterebbero –caso unico in Italia- un collegamento diretto fra due mari e due porti: Tirreno-Adriatico, Civitavecchia-Falconara/Ancona. Altri importanti interventi vanno finalizzati allo sviluppo ed al decollo definitivo del Centro Intermodale di Orte ed alla realizzazione della piattaforma logistica di Terni e Narni. Altre priorità infrastrutturali stradali - secondo i Ds - sono: la dorsale autostradale “Mestre-Orte-Civitavecchia, con la riqualificazione e trasformazione del tratto umbro della E45 con pedaggio autostradale; il completamento della “Terni-Rieti”; l’adeguamento della “Flaminia” nel tratto Terni-Spoleto; l’ammodernamento ed il potenziamento del raccordo Terni-Orte; l’autostrada “Terni-Roma” attraverso Passo Corese-Fiano Romano. Nel dibattito, introdotto dal Consigliere Giorgio Finocchio (Ds) sono intervenuti i Consiglieri Roberto Montagnoli (Ds), Paolo Maggiolini (Udc) ed il Presidente della Provincia, Andrea Cavicchioli, i quali hanno condiviso l’impostazione del documento, sottolineando l’esigenza di avere certezze sui finanziamenti e sui tempi di realizzazione. Il Consigliere del Gruppo Misto Roberto Battistoni ha ribadito la propria contrarietà alla realizzazione di una nuova autostrada in direzione di Roma attraverso Passo Corese ed ha auspicato che nell’ottica generale vengano privilegiati i collegamenti su ferro rispetto a quelli su gomma. Nell’altro documento si chiede di tener conto dell’allargamento della strada regionale n°205 all’altezza del “Fori di Baschi” nel “Protocollo d’Intesa” tra Regione, Provincia, Comune, Anas e Ministero delle Infrastrutture, e, quindi, nel “Patto di Territorio”, in quanto – si legge nella mozione - “una migliore viabilità può generare sviluppo ed occupazione per una parte della provincia che è rimasta notevolmente indietro rispetto ad altri territori”. La validità dell’operazione proposta, oltre che dallo stesso Sganappa, è stata sottolineata dai Consiglieri Roberto Montagnoli e Roberto Forbicioni (Ds), Giampiero Lattanzi (Margherita), Mario Montegiove (An), Danilo Buconi (PdCi), Marsilio Marinelli (Sdi). L’importanza che riveste questa tratta, che a breve tornerà di competenza dell’Anas, è stata evidenziata anche dal Presidente, Andrea Cavicchioli, e dalla Vice Presidente della Provincia, Loriana Stella, i quali hanno affermato che “si tratta di un intervento assolutamente indispensabile. Dovremo impegnarci per farlo inserire nella programmazione e nelle priorità dell’Anas e farne riconoscere al Governo l’urgenza”.



1/4/2005 ore 17:30
Torna su