Lunedì 14/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:03
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Alla "Passeggiata", dal 20 al 25 maggio, "Terni agenda 21, città sostenibile". Dibattiti, mostre, concerti e spettacoli per parlare di ambiente
Una festa ma anche, soprattutto, una occasione per fare opera di sensibilizzazione sulle questioni ambientali, in un ambito di programmazione e sviluppo economico. Saranno questi i temi fondamentali di "Terni agenda 21, città sostenibile" che si terrà ai giardini pubblici della "Passeggiata", dal 20 al 25 maggio. La manifestazione è organizzata dall'assessorato all'ambiente del comune di Terni e dalla regione dell'Umbria. Nei cinque giorni sono previsti oltre trenta appuntamenti tra mostre, seminari, passeggiate ecologiche, dibattiti, concerti, spettacoli di intrattenimento. Sarà in funzione anche un "ristorante bio" con menù ecologico. "Il senso di questa festa - ha detto l'assessore Salvati – è quello di coniugare un momento di svago e di ritrovo con i temi fondamentali per il futuro non solo della nostra città, come quello dello sviluppo ecocompatibile. Una manifestazione che vede il concorso di tanti soggetti impegnati in questo settore, ad iniziare dal mondo della scuola". Salvati ha ricordato, inoltre, che "è in corso di realizzazione il primo rapporto sullo stato di salute dell'ambiente che, insieme alla seconda indagine
epidemiologica, di imminente conclusione, darà un esatto quadro dello stato di salute della città, sulla cui base potrà essere elaborato, da parte dell'Amministrazione comunale, il piano di azione strategico, come voluto dall'Ue, finalizzato al monitoraggio permanente delle qualità ambientali del
territorio". Dal canto suo il sindaco ha sottolineato l'importanza del momento di riflessione contenuto in questa iniziativa. Ha rammentato i dati che negli ultimi anni hanno evidenziato un miglioramento della qualità dell'aria a Terni. In merito all'episodio di odori fastidiosi che stanno interessando l'area a ridosso dello stadio Libero Liberati, Raffaelli ha sostenuto che non ci sono stati problemi di nocività ma che, comunque, "occorre introdurre su quel tipo di lavorazione tutte le cautele già adottate su altre produzioni cittadine". Raffaelli ha definito ottimo il rapporto tra la regione e gli enti locali in materia di ambiente. "Siamo riusciti ad attuare un meccanismo integrato di smaltimento perfettibile ma comunque molto avanzato. A Terni, in particolare, si è riusciti a ribaltare una situazione precedentemente molto penalizzate per i cittadini, le imprese, l'ambiente".
19/5/2003 ore 13:10
Torna su